I ponti di primavera sono sempre una buona occasione per staccare per qualche giorno dalla routine quotidiana, allontanarsi dal caos della città e rigenerarsi in un luogo tranquillo. Pasqua, 25 aprile e Primo maggio saranno quest’anno l’occasione perfetta per concedersi un bel viaggetto, interrompere la quotidianità e rilassarsi qualche giorno, magari all’estero!
Quale posto migliore del Lussemburgo? Vicino e facile da raggiungere, offre tantissimi luoghi da visitare, dalla storica capitale fino alle verdeggianti valli della Mosella, passando per i magnifici paesaggi della “piccola Svizzera” e i castelli della regione delle Ardenne.
Grazie a Luxair, compagnia area del Lussemburgo, si può raggiungere il Granducato in poco tempo e si ha quindi la possibilità di scoprire tanti nuovi luoghi partendo comodamente da diverse città italiane, come Milano, Roma o Venezia.
Per chi non ha ancora visitato il Lussemburgo, questa è sicuramente una buona occasione per scoprire un Paese che, nonostante le sue piccole dimensioni, offre tante meraviglie nascoste da scoprire e da vivere. I ponti di primavera sono l’ideale per visitarlo: infatti, in tre o quattro giorni si ha il tempo necessario per volare nel Granducato ed esplorare tutte le sue regioni, noleggiando una macchina o attraverso gli efficienti mezzi di trasporto pubblico.
Una giornata può essere dedicata alla scoperta degli angoli più suggestivi della Capitale, che sa affascinare i visitatori con i propri paesaggi. Qui la storia della città, la cui parte antica è Patrimonio dell’Unesco, vive nelle caratteristiche strade e nei monumenti che raccontano il passato di questo Paese; spostandosi si incontra poi la modernità della parte nuova, dove sono situate strutture contemporanee e gli edifici high-tech di importanti aziende e delle sedi delle istituzioni dell’Unione Europea.
Da visitare nella Città di Lussemburgo sono sicuramente le Casematte, una delle parti più suggestive della città antica e Patrimonio dell’Unesco. Si tratta di una rete di gallerie sotterranee scavate nel promontorio roccioso della città nel 1644; il labirinto, inizialmente lungo 24 Km e profondo 40 metri, fungeva da sistema difensivo. Oggi è possibile visitare 17 Km di gallerie e, grazie alle aperture sulla roccia dalle quali in antichità venivano puntati i cannoni, si possono ammirare splendide viste su tutta la città.
Dalla Capitale si può arrivare facilmente e velocemente nelle altre regioni del Paese, come la Mosella, la Regione del vino. Una delle valli più belle del Lussemburgo, la Mosella è attraversata dall’omonimo fiume ed è rinomata per le cantine, gli hotel di charme, le cittadine medievali, i vigneti e, soprattutto, per gli ottimi vini. L’entroterra della regione ospita grandi piantagioni di alberi da frutta per la produzione di succhi di frutta freschi, liquori e grappe. In questa zone si possono fare lunghe passeggiate nei i vigneti e lungo il fiume, visitare le cantine e fare degustazioni di Riesling, il vino tipico del Lussemburgo.
Proseguendo il viaggio, ci si può dedicare alla scoperta delle regioni delle Ardenne e Mullerthal, la regione definita “Piccola Svizzera del Lussemburgo”.
Le Ardenne sono caratterizzate da maestosi paesaggi, altopiani, valli tortuose e piccoli e silenziosi villaggi. Da visitare l’imponente castello di Vianden, che narra la storia della regione ed è testimone del passato medievale del Paese. Inoltre, ogni anno, mercati tradizionali e feste medievali fanno rivivere il castello, riportando al presente i momenti in cui era abitato da signori e cavalieri. Questa regione, immersa nel verde, ospita anche le più grandi riserve naturali del paese, sentieri segnalati dove si possono fare escursioni in bici e a piedi.
Si arriva poi in poco tempo nella Regione Mullerthal, caratterizzata da grandi formazioni rocciose che ricordano appunto i paesaggi della Svizzera. Qui si trova inoltre la città di Echternach, la più antica del Lussemburgo e celebre a livello internazionale grazie alla “Processione Danzante”, una manifestazione religiosa che ha ottenuto il riconoscimento come Patrimonio Immateriale dell’UNESCO nel 2010. Questa cittadina ha conservato il suo fascino medievale: strade labirintiche, rovine e torri delle antiche mura della città, portano i visitatori in un viaggio indietro nel tempo. Se si visita Echternach, da non perdere anche la casa gotica, l’imponente Basilica romanica e il piccolo Museo chiamato “Centro di documentazione della processione danzante”, che si trova all’interno della basilica.
Non resta che visitare il sito di Luxair, approfittare dei voli per Lussemburgo (tariffe dall’Italia a partire da €79 A/R) e prepararsi a vivere qualche giorno di relax alla scoperta di luoghi indimenticabili!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *