Le presenze* dei turisti statunitensi in Italia nel 2017, a quota 12,7 milioni, aumentano dell’8% sul 2013 e del 16,5% sul 2008. La spesa turistica**, pari a 4,5 miliardi di euro, cresce del 12,2% sul 2013 e del 47,0% circa su dieci anni fa.

Le presenze* dei turisti statunitensi in Italia nel 2017, a quota 12,7 milioni, aumentano dell’8% sul 2013 e del 16,5% sul 2008. La spesa turistica**, pari a 4,5 miliardi di euro, cresce del 12,2% sul 2013 e del 47,0% circa su dieci anni fa.
A Natale, tra il 18 e il 31 dicembre, gli arrivi stimati*** negli aeroporti italiani dagli Stati Uniti cresceranno del 25%.
New York, Los Angeles e San Francisco sono le principali città di provenienza. Tutte in aumento rispetto allo stesso periodo del 2017.
Secondo il 93% dei 299 Travel Leaders Network Agents degli USA che vendono l’Italia****, il tour più popolare tra i turisti statunitensi è quello che include Roma, Firenze e Venezia. La Maremma, Pitigliano e Saturnia sono le mete che riscuotono maggior successo (il 91,3% dei rispondenti), seguite da Torino e Piemonte per i tour enogastronomici del vino e del tartufo (72,2%).
Dall’indagine USTOA***** (United States Tour Operator Association), l’Italia è prima nella classifica delle destinazioni più popolari tra i viaggiatori statunitensi per il 2019. Nella stessa Top 10, Francia e Spagna si trovano rispettivamente al sesto e settimo posto. L’esperienza di viaggio più offerta dai TO USA riguarda Arte e Cultura, prodotto di cui l’Italia è mercato leader.

* Fonte: Ufficio Studi ENIT su dai ISTAT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *