India Classica

 

Un itinerario classico che in 10 giorni vi porterà alla scoperta dei luoghi più emblematici del Nord dell’India a cominciare dalla capitale amministrativa Delhi, una città in continua trasformazione. Jaipur, la città rosa, capitale del Rajasthan; Agra, per restare estasiati di fronte alla bellezza immortale del Taj Mahal; Orchha, una tipica   cittadina medievale, Khajuraho, famosa nel mondo per il parco archeologico dei templi erotici; Varanasi, la città sacra sulle rive del Gange, più che una città, un’emozione, così diversa, così incredibile, così incomprensibile da rimanere per sempre nella memoria.

Sarà possibile vivere un’esperienza indiana con pranzo nel villaggio di Dausa,  nel Rajasthan, ed incontrare giovani studenti curiosi di conoscere il mondo e apprendere da culture diverse. Il viaggio richiede un buon spirito di adattamento per alcuni lunghi trasferimenti in auto e per il cibo che  può risultare speziato.

 

India

 

PROGRAMMA

 

1° GIORNO: ITALIA – DELHI

Partenza dall’Italia per Delhi con volo di linea secondo disponibilità.

2° GIORNO: DELHI

Arrivo a Delhi. Disbrigo delle formalità di ingresso e doganali e incontro con l’assistente locale. A seconda dell’orario di arrivo, sarà previsto il trasferimento in hotel e quindi l’assegnazione delle camere oppure sarà previsto il trasferimento in città quindi inizio delle visite. Sosta al Qutab Minar, una delle più alte torri in pietra dell’India, iniziata nel 1199 da Qutab ud-din e portata a termine dai suoi successori; sosta fotografica alla Porta dell’ India, arco eretto in memoria della prima guerra mondiale; si visiteranno dall’esterno il Palazzo del Parlamento, i palazzi governativi siti nella città nuova. Nel pomeriggio visita di un tempio Sikh rientro in hotel cena e pernottamento. Il primo insediamento nell’aerea di Delhi risale al IX secolo, con la mitica città di Indraprashtra, capitale dei Pandava, gli eroi indù le cui gesta si ritrovano nel poema epico del Mahabharata. Seguì un periodo di feudalesimo con il dominio dei rajaput, aristocratici guerrieri musulmani. Nel corso dei secoli furono costruite sette città che subirono diverse incursioni dai territori circostanti. A partire dal 1526 Humayun e i suoi abili successori estesero l’impero oltre i confini di Delhi, dando luogo ad un tentativo di riunificazione del paese. L’ottava città fu costruita quando l’imperatore Shah Jahan spostò la capitale da Agra a Delhi. A questo periodo risale la costruzione dei principali monumenti della città. Con l’arrivo degli Inglesi Calcutta fu scelta come capitale e solo nel 1911 la capitale fu riportata a Delhi. Il 9 febbraio 1931 il vicerè inglese inaugurò Nuova Delhi su progetto di Sir Edwin Lutyens ed Herbert Baker. La nuova città comprendeva gli edifici del governo, il palazzo sede del Museo Nazionale, due chiese e gran parte delle residenze che fanno parte della zona di rappresentanza. Nel 1947 Delhi è divenuta la capitale dell’India Indipendente.

3° GIORNO: DELHI – JAIPUR

Prima colazione in hotel. Al mattino visita della città vecchia (Shahajahanabad), fatta costruire dal potente imperatore Mogul, Shah Jahan, era un tempo circondata da una cinta muraria d’arenaria rossa con quattordici porte di accesso. Affascinante e pittoresco dedalo di viuzze, è divisa in due parti dalla via “dell’Argento”, un susseguirsi colorato e vivace di botteghe e bazar. Giro per la città vecchia a bordo di rickshaw. Visita della Jama Masjid, una delle più grandi moschee del mondo, edificata nel 1650. Proseguimento per il forte rosso di Delhi che si visiterà solo dall’esterno e sosta al Raj Ghat il memoriale di Mahatma Gandhi. Partenza per Jaipur (260 km – 5 ore circa). Arrivo, sistemazione nelle camere dell’hotel prescelto. Cena e pernottamento.

4° GIORNO: JAIPUR

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita di questa splendida città. Fu costruita nel 1728 dall’astronomo-guerriero Maharaja Jai Singh. Nel 1883, in occasione della visita del principe Alberto gli edifici furono dipinti di rosa in suo onore. La prima visita è al Forte Amber, a 10 chilometri da Jaipur, costruito nel XVII sec. Quindi visita della città e dell’Osservatorio, ancora più interessante di quello di Delhi, ricco di strumenti d’eccezionale grandezza e dove si trova il “Sancrat” (il Principe della Meridiana), uno gnomone alto 90 piedi. Proseguimento delle visite con una sosta fotografica di fronte all’Hawa Mahal o “Palazzo dei Vento”, costruito anch’esso con la “pietra del deserto, che sorge su una delle principali strade della città, in realtà non si tratta di un palazzo ma di una straordinaria facciata dotata di ben 953 finestre che venivano usate dalle signore per osservare il mondo esterno, elaborato e fantasioso ma nello stesso tempo limpido esempio d’ arte orientale. Le visite terminano con il Palazzo del Maharaja risalente al 1570, un insieme di edifici tra cui l’armeria, l’osservatorio astronomico e il museo. Cena e pernottamento in hotel.

5° GIORNO: JAIPUR – AGRA

Prima colazione. Al mattino partenza per Agra (249 km – 6 ore circa). Lungo il tragitto prima sosta per visitare il villaggio di Dausa e la scuola media del villaggio. Un’ opportunità per contribuire ad una causa sociale e conferire quindi un valore più elevato al viaggio. (vi invitiamo a NON elargire somme di denaro a titolo di offerta) Proseguimento delle visite con la splendida Fatehpur Sikri, antica capitale dell’impero Moghul sotto Akbar il Grande. La città si innalza su una collinetta di arenaria, è disabitata ed è nota, quindi, come la “città fantasma”. E’ certamente uno dei complessi archeologici meglio conservati e rappresentativi dell’arte Moghul. Continuazione per Agra. All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

6° GIORNO: AGRA

Prima colazione Al mattino visita della città che sorge sulla riva destra del fiume Yamuna, al centro si trova il Forte Rosso, a sud-est il Taj Mahal, a nord la città vecchia a sud ovest la porzione più moderna della città. Il Taj Mahal (chiuso il venerdì) è una delle sette meraviglie al mondo che sorge nel mezzo di un lussureggiante giardino. La sua bellezza trascende ogni descrizione. Fatto costruire dall’Imperatore Moghul Shahjehan nel 1631 in memoria della moglie Mumtaz Mahal, morta durante il parto del 14° figlio dopo 17 anni di matrimonio. Per erigere il monumento furono raccolte pietre preziose di ogni tipo, perle, coralli e furono chiamati da tutto il reame 20.00 tra i migliori artigiani, che impiegarono 22 anni per completare questo capolavoro. Proseguimento per il Forte Rosso, costruzione di vasta estensione che si affaccia sul fiume Yamuna, iniziata dall’ Imperatore Akbar e poi ampliata dai successivi imperatori, dove si visitano la sala delle udienze pubbliche e quella delle udienze private. Non tutti monumenti conservati all’interno sono visitabili. Cena e pernottamento in hotel.

7° GIORNO: AGRA – ORCHHA – KHAJURAHO

Prima colazione. Al mattino trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza con il treno Shatabdi Express alle 08:05 circa per Jhansi. All’arrivo trasferimento a Orchha (circa 18 km.): il trascorrere del tempo è stato clemente in questa città medioevale, e palazzi e templi costruiti dai suoi governanti Bundela nei secoli XVI e XVII conservano gran parte della loro perfezione originaria. Fu fondata nel XVI secolo dal capo Bundela Rajput, Rudra Pratap, che scelse questo tratto di terra lungo il fiume Betwa come un luogo ideale per la sua capitale. Visita del Raj Mahal, del Rai Parveen Mahal e Jahangir Mahal, edificati da vari Maharaja con uno stile che ricorda l’architettura del Rajasthan. Proseguimento per Khajuraho (km.175)all’arrivo sistemazione nelle camere riservate presso l’hotel prescelto. Cena e pernottamento in hotel.

8° GIORNO: KHAJURAHO – VARANASI

Al mattino presto incontro con l’istruttore di yoga in hotel. Possibilità di praticare esercizi meditativi e posturali della durata di circa un’ora. Prima colazione. Mattina dedicata alle visite dei superbi templi di Khajuraho. Questi abbracciano un arco di tempo compreso fra il X e XII secolo regno della dinastia Chandella. Presentano una struttura architettonica del tutto diversa da altri templi induisti. Essi recano sculture erotiche che si rifanno al tantrismo, dottrina iniziatico-esoterica per la quale il “Nirvana” è raggiungibile attraverso il controllo del piacere fisico oltre che con la disciplina spirituale e meditativa. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e volo per Varanasi. Verso il tramonto si assisterà alla cerimonia Aarti (cerimonia induista) sulle rive del Gange (tempo e altezza delle acque permettendo). Cena e pernottamento in albergo.

9° GIORNO: VARANASI – DELHI

Alle prime luci dell’alba, escursione in barca sul fiume Gange, (tempo e altezza delle acque permettendo).per assistere alle abluzioni dei fedeli ed al risveglio della città sacra. Dalla barca si potranno ammirare gli spettacolari Ghat (scalinate) che scendono fino al fiume e sui quali si svolgono le processioni sacre. Rientro in hotel per la prima colazione e prosecuzione delle visite con escursione a Sarnath, luogo della prima predicazione del Buddha (detta dharmachakra ovvero mettere in moto la ruota della giustizia). In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo per Delhi. Sistemazione nelle camere. Cena.

10° GIORNO: DELHI – ITALIA

In tempo utile trasferimento in aeroporto volo di rientro per l’Italia secondo disponibilità.

 

Da sapere:
  • Durata: 10 giorni/9 notti
  • Quota individuale: da Euro 1550,00
  • Periodo: da Maggio ad ottobre 2019

 

La quota comprende:
  • Volo intercontinentale dall’Italia in classe economica
  • Voli domestici in India in classe economica (15 Kg)
  • Hotel menzionati, o se non disponibili altri della stessa categoria, su base camera doppia standard
  • Trattamento come da programma: mezza pensione, incluso un pranzo in villaggio
  • Trasferimenti, visite e ingressi come indicato nel programma
  • Guide locali parlanti italiano/inglese  secondo disponibilità.  Guida locale accompagnatore parlante italiano al raggiungimento dei 4  partecipanti
  • Wi fi a bordo della vettura durante i trasferimenti in auto
  • Sessione di yoga in hotel a Khajuraho
  • Gadgets, etichette bagaglio e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio
  • Polizza viaggi rischio zero
La quota non comprende:
  • Le tasse aeroportuali da inserire nel biglietto intercontinentale, soggette a cambiamento senza preavviso
  • Eventuali tasse aeroportuali locali da pagare localmente (al momento della stesura del programma  non previste)
  • Il visto India (ETA), € 120 se richiesto tramite la nostra organizzazione
  • Le bevande, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le tasse per macchine fotografiche o videocamere
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Blocco valuta
  • Tasse aeroportuali soggette a variazione € 260
  • Quota di iscrizione per persona € 95

 

 

Contattaci per maggiori info




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *