La Fiera mediterranea del cavallo, con la collaborazione dell’Istituto regionale per l’incremento ippico, si terrà dal 10 al 12 maggio nella Tenuta di Ambelia – la più antica Stazione di monta dell’Isola – a Militello, in provincia di Catania. “Vogliamo valorizzare – evidenzia il presidente Musumeci – le razze dei cavalli di tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo ed il mondo che ruota attorno agli equidi, che in Sicilia attualmente conta un migliaio di animali allevati e un centinaio di aziende attive nel settore. Un grande progetto, quello della Fiera, che punta a rafforzare un elemento del turismo siciliano, oltre a tutelare, conservare e valorizzare la biodiversità animale dell’Isola”. La Regione è presente quest’anno a Fieracavalli di Verona con uno stand di cento metri quadrati (nel padiglione dedicato al turismo equestre), il cui filo conduttore è la Sicilia delle tradizioni culturali ed etnoantropologiche. All’interno dell’area, curata dal l’assessorato al Turismo, fa da attrazione un tipico carretto siciliano proveniente dal Museo regionale di Palazzo d’Aumale a Terrasini e l’Opera dei Pupi con la centenaria compagnia di marionette dei fratelli Napoli di Catania. La promozione dei prodotti gastronomici dell’Isola è stata affidata a Slow Food che organizza degustazioni del “cibo di strada”. Per rappresentare e promuovere il patrimonio animale siciliano, l’assessorato all’Agricoltura ha portato a Verona alcuni esemplari delle quattro razze autoctone di èquidi dell’Isola: il Cavallo purosangue orientale, il Cavallo Sanfratellano e gli asini ragusano e di Pantelleria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *