Echternach, caratteristica cittadina medievale del Lussemburgo, si prepara per uno degli eventi più suggestivi del Paese: la Processione Danzante. Questa manifestazione è stata riconosciuta Patrimonio Immateriale dall’UNESCO nel 2010 ed è così famosa che ogni anno vi partecipano circa 8-9.000 danzatori e 13.000 visitatori.
L’11 giugno migliaia di pellegrini, musicisti e spettatori provenienti da tutta Europa, si riuniranno per partecipare a questo spettacolo unico, in onore del fondatore dell’abbazia benedettina di Echternach, San Willibrord. I pellegrini, in una suggestiva processione a ritmo di Polka, arrivano infatti fino alla tomba del Santo Patrono situata nella cripta della Basilica papale nel cuore della città.
Questa particolare usanza risale al XVI secolo, quando i pellegrini maschi iniziarono ad esibirsi in una danza per le strade di Echternach presentando le loro offerte per la festa di Pentecoste; alla fine del XVIII secolo la processione è stata aperta anche alle donne. I pellegrini danzano lungo le strade medievali vestiti con una camicia bianca, tenendosi uniti per mezzo di fazzoletti e procedendo a ritmo di polka, un passo danzante verso destra, uno verso sinistra.
Dopo la processione, tutti i partecipanti e i visitatori si riuniscono presso i caffè e i locali di Echternach fino a tarda sera per festeggiare tutti insieme.
La Processione Danzante è sicuramente un’ottima occasione per trascorrere qualche giorno in Lussemburgo, un Paese davvero inaspettato: ricco di cultura ma anche di natura, parchi e bellissimi e verdeggianti paesaggi.
La stessa città di Echternach, centro storico e culturale della Regione Mullerthal e cittadina più antica dello Stato, merita una visita: circondata da numerose zone verdi dove fare escursioni in bici o a piedi, questa cittadina conserva ancora oggi un fascino medievale; le strade labirintiche, i resti delle antiche torri e delle mura della città portano i visitatori indietro nel tempo. Il centro storico si sviluppa attorno a una deliziosa piazza, dalla quale si dirama un viale pedonale costeggiato dalle tradizionali case lussemburghesi che ospitano bar, ristoranti e negozi.
Da visitare anche la celebre Basilica di Echternach, in stile romanico a quattro torri e il museo adiacente; fondata nel 698 dai monaci benedettini, nella cripta della Basilica è custodita la tomba in marmo bianco del santo fondatore Willibrord, l’unico santo del Granducato di Lussemburgo, che visse molti anni in questa cittadina.
Ma la cittadina di Echternach non è l’unica attrazione da visitare nella Regione del Mullerthal; chiamata dai Lussemburghesi anche Piccola Svizzera, deve questo nome al suo paesaggio che ricorda appunto la Svizzera, grazie a suggestive formazioni rocciose e paesaggi naturali sorprendenti. La cascata “Schiessentümpel” è sicuramente uno dei must da fotografare in questa regione e, per gli amanti della natura c’è l’imbarazzo della scelta tra numerosi itinerari bike oppure per passeggiate a piedi immersi nel verde.
Il modo più semplice e comodo per arrivare in Lussemburgo sono i voli Luxair, la compagnia area del Paese che opera da diverse città italiane: Milano, Roma e Venezia durante tutto l’anno (voli A/R da 79 € tutto incluso, compreso un bagaglio da stiva da 23 kg oltre al bagaglio a mano); nella stagione estiva Luxair opera anche da: Bari, Napoli, Rimini, Lamezia Terme, Palermo, Catania, Olbia e Cagliari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *